ISTITUTO NAZIONALE DI PEDAGOGIA FAMILIARE

Presidente Prof.ssa Vincenza Palmieri

Pedagogia Familiare ®

Didattica Efficace e Diritto all'Apprendimento®

 

Logo Inpef

 I.N.PE.F
ISTITUTO NAZIONALE di PEDAGOGIA FAMILIARE
(Reg. Ag.  Entrate Roma P.I. 11297531003  - Cod. Att. 855920 Formazione ed
Aggiornamento Professionale)

Ente Accreditato presso il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
logo miur

Ente autorizzato alla formazione degli Assistenti Sociali dal Consiglio Nazionale
Ordine degli Assistenti Sociali - CNOAS per il triennio 2019-2022

 

 

kiwa-accredia-blu

Ente con Sistema di Gestione Certificato da KIWA CERMET
secondo la norma UNI EN ISO 9001:2015
Progettazione ed erogazione attività formative

 

MASTER ONLINE

 

SCUOLA NAZIONALE PERITALE

 

CONSULENZA TECNICA D’UFFICIO E DI PARTE (CTU – CTP)

 

45 Crediti Formativi per gli Assistenti Sociali riconosciuti dal CNOAS

Consiglio Nazionale dell'Ordine degli Assistenti Sociali

 

15 Crediti Formativi per gli Avvocati riconosciuti dal CNF -

Consiglio Nazionale Forense

In fase di accreditamento ECM

 

 Accreditato presso A.N.PE.F

Associazione Nazionale Pedagogisti Familiari

(Reg. Ag. Entrate Roma C.F. 97613470588 –

iscritta Co.L.A.P "Coordinamento Libere Associazioni Professionali"

 

 

 

ISCRIZIONI IN CORSO

 

 

Scarica il modulo di iscrizione

Guarda i video:

Intervista Studentessa INPEF diplomata nel Master in Scuola Nazionale Peritale il 30.01.2020

Diplomati del Master – Tesi 7.6.2019 Roma, Casa dell'Aviatore

 

Leggi le interviste:

Intervista al Gen. Luciano Garofano: la formazione I.N.Pe.F. in Scienze criminologiche e peritali

Prof. Stefano Vanin: “Meno retorica, più Scienza. Interpretazione probabilistica delle prove”

Avvocato Francesco Morcavallo – Accertamento tecnico e attività di giudizio: il confine violato”

Dr.ssa Rosa Maria Di Maggio: “I media e la Scienza: considerazioni etiche per lo Scienziato forense”

Dr. Pier Matteo Barone: "un occhio sempre attento all’Etica; dovrebbe essere in cima ai pensieri di chi vuole intraprendere questo cammino”

Gen. Dr. Luciano Garofano: “La Prova scientifica: è sempre giusto processo?”

Dr.ssa Marina Baldi: “L’Etica del Consulente tecnico tra Scienza e Deontologia”

Prof. Gian Piero Covelli: l’Oftalmologia Forense nella Scuola Nazionale Peritale”

 

 

Scuola Peritale consulente f7 Scuola Peritale Evento 16 Novembre Scuola Peritale f1 Scuola Peritale f6

 

 

Premessa

In Italia, attualmente, si svolgono circa due milioni di CTU ogni anno nei differenti settori processuali. Il ruolo dei “Tecnici Esperti” riveste, quindi, un ruolo sempre più centrale nella risoluzione di casi giudiziari complessi, integrando la valutazione del Giudice con i saperi specialistici di volta in volta rilevanti per il caso trattato nel processo civile, penale o minorile, ovvero contribuendo alla difesa dell’imputato nell’ambito delle Indagini Difensive disciplinate dalla legge n. 397/2000.

La Scuola Nazionale Peritale propone un piano di Alta Formazione per chiunque voglia intraprendere la professione di Perito, Consulente Tecnico d’Ufficio (CTU) e Consulente Tecnico di Parte (CTP), offrendo a chi desideri mettere le proprie competenze al servizio della Verità e della Giustizia una panoramica del sistema giudiziario in cui sarà chiamato a operare e fornendo competenze tecnico-specialistiche nelle materie più frequentemente coinvolte nelle vicende giudiziarie, per consentire di svolgere le proprie funzioni nel rispetto della metodologia peritale e della deontologia professionale.

 

Obiettivi

  • Fornire conoscenze tecniche e deontologiche professionalizzanti per il settore forense al fine di conoscere e poter svolgere il ruolo di Perito, CTU o CTP in ambito Penale, Civile, Familiare e Minorile;
  • fornire conoscenze integrate e multidisciplinari sui più aggiornati modelli delle tecniche di indagine peritale nei diversi settori delle Scienze Forensi e Umane, per acquisire strumenti operativi utili ed efficaci ai fini della completa formazione del profilo professionale di riferimento;
  • offrire ai professionisti che già operano nel settore della Giustizia la possibilità di integrare, specializzare e perfezionare le proprie conoscenze attraverso un piano di studi costantemente aggiornato agli sviluppi e alle novità di settore sul piano normativo, tecnologico e sociale.

 

Durata del Master

Il Master si compone di 17 Moduli e ha un carico didattico complessivo di 1500 ore. Il carico didattico, quantificato nel rispetto di accordi e convenzioni standardizzate per la Formazione, è così suddiviso:

  • ore di formazione in DAD;
  • ore di attività di studio/approfondimento individuale (compresi i libri di testo e gli eventuali materiali presenti nella rassegna stampa) ed esercitazioni in autoapprendimento;
  • ore di svolgimento prove e questionari di verifica.

 

Metodologia

La didattica sarà articolata, secondo disposizioni di sicurezza sanitaria e prevenzione, con Didattica a Distanza nelle seguenti modalità:

  • DaD sincrona in modalità webinar o meeting (il docente fa lezione in diretta a distanza su piattaforma web; gli studenti seguono la lezione in forma interattiva e/o laboratoriale, potendo porre domande e ricevere risposte nonché svolgere esercizi pratici)
  • DaD asincrona su piattaforma Moodle (il docente registra la sua lezione o i tutorial pratici e gli studenti visionano le registrazioni negli orari più comodi per ciascuno, svolgendo in autoformazione esercitazioni o eventuali consegne dei docenti: questionari, schede, simulazioni, costruzione di progetti, come necessario o se richiesto)
  • se e quando opportuno, saranno possibili alcuni incontri in presenza su argomenti chiave del Master, focus, lezioni riepilogative o attività pratiche, nel rispetto della sicurezza di tutti.

Prima di iniziare il percorso di studio, gli studenti incontreranno lo Staff “da remoto” per attività di benvenuto, orientamento, formazione sull’uso delle piattaforme e per ogni altro aspetto didattico e amministrativo. 

Sarà disponibile un Tutor dedicato per lo studio asincrono/individuale in piattaforma Moodle. La piattaforma è  semplice e intuitiva e può essere fruita in qualunque momento accedendovi con la password individuale, per studiare le dispense (scaricabili), guardare i video e svolgere esercitazioni in piena autonomia.

Negli incontri sincroni in piattaforma è invece possibile assistere alle Lezioni e interloquire in tempo reale con i Docenti. I Tutor dell’aula virtuale, molto competenti, saranno a disposizione per ogni genere di supporto.

 

Destinatari

Pedagogisti e Pedagogisti Familiari, Psicologi, Psicoterapeuti, Medici e Medici Legali, Avvocati, Giuristi, Criminologi, Biologi, Genetisti, Tossicologi, Esperti balistici, Informatici, studenti specializzandi nelle suddette discipline. L’ammissione è subordinata al conseguimento della Laurea Magistrale (Vecchio o Nuovo Ordinamento), nonché alla valutazione del Curriculum Vitae da parte del Comitato Tecnico-Scientifico del Master.

 

Docenti

Prof.ssa Vincenza Palmieri - Presidente e fondatrice INPEF, Consulente Tecnico di Parte

Dott.ssa Marina Baldi - Biologa Genetista, Criminologa e Perito; Responsabile della sezione di Genetica Forense dell’Istituto Genoma

Avv. Eleonora Grimaldi - Mediatrice Familiare ed Esperta in Mediazione Penale Minorile

Avv. Francesco Miraglia - Avvocato del Foro di Madrid, Esperto in Diritto di Famiglia e Minorile

Dott.ssa Francesca De Rinaldis - Psicologa e Criminologa forense

Dott. Luciano Garofano - Presidente dell’Accademia Italiana di Scienze Forensi; già Generale dei Carabinieri e Comandante dei RIS di Parma

Dott.ssa Stefania Petrera - Giudice Onorario Minorile presso la Sezione Minori della Corte d’Appello di Roma

Dott. Luigi Sabbatella - Medico ed Esperto di Tossicologia forense

Dott.ssa AntonellaSimonato - Medico ed Esperta di Patologia forense

Prof. Stefano Vanin - Entomologo e Biologo forense

Direttore del Master: Avv. Francesco Morcavallo - Legale cassazionista ed Esperto in Diritto Penale e di Famiglia; già Giudice Minorile

 

Programma 

MODULO 1

Il valore dell’interdisciplinarietà. Introduzione al sistema delle Perizie e delle Consulenze Tecniche nel Sistema Giuridico Italiano

Ruolo e funzioni degli Ausiliari del Giudice

Libro di testo: “Papà... portami via da qui!” (V. Palmieri, F. Miraglia - Armando Editore, 2013)

 

MATERIALI

  • Requisiti per lo svolgimento di attività come Consulente Tecnico nel processo
  • L’organizzazione e le funzioni degli organi di Giustizia
  • Struttura e competenze dei Tribunali per i minorenni
  • Glossario di riferimento

VIDEOLEZIONI

  • I rapporti tra scienza e diritto
  • Perizia e CTU: differenze e aspetti tecnici
  • La relazione tra periti e CTP e tra CTU e CTP

 

MODULO 2

La nomina del CTU e l’udienza di conferimento dell’incarico

Incompatibilità con il ruolo di CTU

La formulazione del Quesito

Il Giuramento del CTU

La nomina dei CTP

Il calendario delle operazioni peritali

 Nomina, Giuramento e incompatibilità con i ruoli di Perito e CTP

L’impostazione metodologica della CTU e della Perizia

Il calendario delle operazioni peritali

Elementi di etica e deontologia professionale

 

VIDEOLEZIONI

  • Il consulente tecnico d'ufficio e il conferimento dell'incarico
  • La tempistica e il calendario delle operazioni peritali e di CTU
  • La formulazione del quesito

 

MODULO 3

La Conduzione di una CTU

I criteri di stesura delle relazioni di Consulenza e delle Note critiche

Deposito della relazione a mezzo cartaceo e telematico

Il Parere Pro-Veritate

MATERIALI

  • Aspetti tecnici della conduzione di una CTU, eventuali questioni controverse, ruolo dei CTP nella stesura delle “note critiche” alla relazione di CTU
  • Scopi e metodologia di redazione di un Parere pro-veritate
  • Approccio metodologico di impostazione di una relazione tecnica: schemi di relazione di Consulenza Tecnica Civile e Penale, di CTU e Perizia, a partire dai Quesiti dati

 

MODULO 4

L’ascolto del minore presunta vittima di abuso sessuale

Tecniche di ascolto in sede di Polizia Giudiziaria e in sede di incidente probatorio

Il Quesito del Giudice: analisi critica delle diverse tipologie di quesito

 

MATERIALI

  • Convenzione di Lanzarote (2010)
  • Carta di Noto IV Ed. (2017)
  • Protocollo di Venezia (2007) in tema di Abusi collettivi
  • L’ascolto del minore in sede giudiziaria: l’audizione protetta e le metodologie di intervista
  • L’idoneità del minore a testimoniare
  • Linee Guida nazionali in tema di ascolto del minore

VIDEOLEZIONI

  • Ascolto del Minore sessualmente abusato: dalla notizia di reato alle metodologie dell'ascolto negli Uffici di Polizia
  • L'Ascolto del minore presunta vittima di reato: il Quesito Peritale

 

MODULO 5

La valutazione del Danno: definizione e criteri di quantificazione del danno biologico,  psichico ed esistenziale

Il Quesito in materia di valutazione del danno:

analisi del quesito e impostazione della metodologia di lavoro

Il ruolo dei CTP

 

MATERIALI

  • Il danno. Definizione, inquadramenti giurisprudenziali e quantificazione
  • La valutazione del danno psichico ed esistenziale
  • Linee guida per la valutazione del danno
  • Il danno iatrogeno differenziale
  • Le relazioni medico-legali in ambito civilistico
  • Esempi di Quesiti, Verbali e Sentenze in materia

VIDEOLEZIONI

  • La valutazione del danno
  • La funzione degli accertamenti tecnici preventivi nel giudizio civile e assistenziale-previdenziale

 

MODULO 6

La funzione degli accertamenti tecnici preventivi (ATP) nel giudizio civile e assistenziale-previdenziale

La responsabilità medico-sanitaria alla luce della riforma Gelli-Bianco

Il Quesito in tema di Responsabilità medico-sanitaria

 

MATERIALI

  • L’accertamento tecnico preventivo o ATP
  • Cenni di responsabilità medica: la responsabilità penale del Medico e la riforma Gelli-Bianco (Legge 24/2017)
  • Responsabilità medica e CTU come tentativo di conciliazione
  • Esempi di Questiti, Ricorsi, Verbali e Sentenze in materia di ATP

 

MODULO 7

La violenza sessuale: parametri normativi e accertamenti multidisciplinari

Il Femminicidio e i reati in famiglia

La Genetica Forense

Analisi del DNA con focus sui reati a sfondo sessuale: repertazione delle tracce biologiche e loro utilizzabilità processuale

 

MATERIALI

  • Violenza di genere e femminicidio: fonti normative, dati statistici e prassi giudiziaria
  • Il ruolo della biologia e della genetica forense sulla scena del crimine nei sex  crimes

VIDEOLEZIONI

  • Elementi di Genetica Forense

 

MODULO 8

La valutazione delle competenze genitoriali e le sue criticità

I Quesiti in tema di valutazione delle competenze genitoriali

Il ruolo dei CTP

Libro di testo "La filiera psichiatrica in Italia da Basaglia a Bibbiano e fino al tempo del Corona virus" (V. Palmieri – Armando Editore, 2020)

MATERIALI

  • Carta dei Diritti dei figli nella separazione dei genitori
  • Ostacoli al diritto alla bigenitorialità e sul loro superamento
  • La valutazione delle competenze genitoriali
  • I bisogni dei bambini nella coppia che si separa
  • "Disposizioni in materia di separazione dei genitori e affidamento condiviso dei figli” (Legge 54/2006)
  • Linee Guida per l'ascolto del minore nelle separazioni e divorzi
  • Protocollo di Milano (2012)
  • Recenti sentenze in tema di affidamento e chiarimenti sul ruolo dei CTU

VIDEOLEZIONE

  • Il ruolo del Consulente Tecnico nella Valutazione delle Competenze Genitoriali

 

MODULO 9

Il Sistema delle Case Famiglia 1

Bambini fuori famiglia: figli senza genitori e genitori senza figli

Le tipologie di Case Famiglia

Formazione e qualificazione degli operatori

La famiglia e il bisogno di traduttori sociali

MATERIALI

  • Quadro normativo di riferimento

VIDEOLEZIONI

  • Bambini fuori famiglia: figli senza genitori e genitori senza figli
  • Norme, reti sociali e monitoraggio
  • Esiste una comunità “giusta”?

 

MODULO 10

Il Sistema delle Case Famiglia 2

 

Le diverse tipologie di Comunità d’Accoglienza

Chi sono i bambini in casa famiglia

Le Comunità e le case mamma-bambino

Modelli organizzativi

Metodologie di intervento a confronto

Esiste la Comunità giusta?

 

MATERIALI

  • Linee Guida Inpef per il recupero dell’idoneità genitoriale
  • Rassegna stampa tematica

VIDEOLEZIONI

  • Spazi neutri e incontri protetti
  • La Patente del Genitore

 

MODULO 11

Libro di Testo: “Mai più un bambino. Famiglia, Istituti, case famiglia e diritti dei bambini” (Palmieri, Miraglia, Guidi – Armando Editore, 2012)

 

[SOLO PER PSICOLOGI]

Psicodiagnostica forense: criticità, buone prassi, Linee guida e limiti nell’utilizzo dei test in ambito forense

Analisi di protocolli

 

MODULO 12

Il Perito e le sue attività nel procedimento penale

Il Sistema delle Indagini Difensive

I Consulenti del PM e i Consulenti di Parte Civile 

La Perizia in tema di valutazione della capacità di Intendere, di Volere dell’adulto e del minore autore di reato

La valutazione della Pericolosità sociale 

Analisi dei Quesiti e impostazione della metodologia di lavoro

 

MATERIALI

  • Funzioni del Pubblico Ministero
  • Il ruolo del consulente tecnico del pubblico ministero e i reati contestabili
  • Indagini difensive e regole deontologiche relative ai trattamenti di dati personali effettuati per svolgere investigazioni difensive
  • La Consulenza Tecnica in sede penale
  • Imputabilità e pericolosità sociale: definizioni ed evoluzione
  • Esempi di Quesiti e Sentenze in tema di imputabilità
  • Salute mentale e stato di detenzione. Il passaggio dagli OPG alle REMS
  • La Giustizia Minorile e il Processo Penale Minorile (DPR 448/1988)

 

VIDEOLEZIONE

  • La Valutazione dell’imputabilità e della pericolosità sociale

 

MODULO 13

Tossicologia Forense

La Consulenza Tecnica in materia di Tossicologia Forense

 

MATERIALI

  • Elementi di Tossicologia e di Tossicologia Forense: definizioni, branche e legislazione in materia. Le indagini tossicologiche e la catena di custodia

VIDEOLEZIONE

  • La Consulenza Tecnica in Tossicologia Forense

 

MODULO 14

Entomologia Forense

MATERIALI

  • Gli insetti della scena del crimine
  • Il Protocollo nazionale per il prelievo di campioni entomologici a fini forensi
  • Best practice in forensic entomology—standards and guidelines

VIDEOLEZIONE

  • Entomologia Forense

 

MODULO 15

Medicina Legale

L’accertamento della morte

Attività non ripetibili: l’autopsia

MATERIALI

  • Elementi di Medicina Legale: tecniche autoptiche e Linee Guida UE

VIDEOLEZIONI

  • Il medico legale sulla scena del crimine
  • L'autopsia medico-legale
  • L'esame autoptico in sede giudiziaria

 

MODULO 16

Analisi e ricostruzione della scena del crimine con particolare attenzione alla Bloodstain Pattern Analysis (BPA)

L’utilizzo della consulenza sulla BPA

MATERIALI

  • Bloodstain Pattern Analysis: tecniche e procedure
  • Aspetti critici nell’uso della BPA

 

MODULO 17

Il dibattimento

Lettura di una relazione di CTU e stesura di “note critiche”

 

VIDEOLEZIONI

  • La prova nel dibattimento
  • Aspetti Formali del dibattimento

 

BIBLIO-WEBINAR

Approfondimenti tematici

  • Etica e Deontologia Forense
  • Aspetti pratici: dalla nomina del CTU al primo incontro con le parti
  • Cosa fanno i CTP? Accettazione dell’incarico, preventivo, studio della documentazione, preparazione dei periziandi
  • CTU: Deposito telematico e procedura
  • Cenni legislativi relativi all’Archeologia Forense
  • Studio dei terreni in ambito forense
  • Perizie e deontologia in Archeologia Forense in Italia e all’Estero - Casi studio
  • Introduzione alle geoscienze e alle applicazioni della geologia in ambito forense. La prova scientifica contestualizzata nel processo penale
  • Il fenomeno della Scomparsa in Italia e all’estero: best practice vs. malpractice
  • Effetti delle buone normative: focus sui Reati Ambientali

 

Accreditamenti

L’Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare è:

  • Ente accreditato dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca – MIUR
  •  Ente con Sistema di Gestione Certificato da KIWA CERMET secondo la norma UNI EN ISO 9001:2015
  • Ente autorizzato alla formazione degli Assistenti Sociali dal Consiglio Nazionale dell'Ordine degli Assistenti Sociali – CNOAS per il triennio formativo 2019/2022.

È necessario precisare che gli ACCREDITAMENTI ed i RICONOSCIMENTI sono il risultato di una lunga indagine, da parte dei succitati Organismi, che ne hanno valutato ed approvato: 

  • Sedi, locali, attrezzature, informatizzazione, aule secondo gli standard di sicurezza nazionali
  • Qualità, contrattualistica, formazione del Personale
  • Modulistica e sistemi di rilevazione degli indici di gradimento e per il monitoraggio, ex ante, in itinere, ex post
  • Curricola aggiornati dei docenti e contratti di docenza
  • Valutazione delle piattaforme e dei sistemi per la DAD con chiavi di accesso per “ispezione” dell’Organismo accreditante
  • Modalità di Quantificazione del carico didattico 
  • Quantità e Qualità degli Esami e delle Tesi anche in modalità da remoto
  • Programmi didattici, libri di testo, esercitazioni, project work, obiettivi
  • Portfoli degli Studenti e quantificazione assenze
  • Valutazione della Didattica sincrona ed asincrona anche con accessi a campione da parte dell’Organismo accreditante
  • Precisiamo che tali accreditamenti sono rinnovati periodicamente o, come nel caso di ISO 9001 per la Certificazione di Qualità, dove il mantenimento del Marchio di Qualità della Progettazione ed Erogazione di Percorsi Formativi è rivisitato con la stessa meticolosità, OGNI ANNO
  • Questo significa che gli Standard formativi di INPEF sono di altissima qualità e costantemente aggiornati e monitorati.

 

Tirocinio

Il Tirocinio non è obbligatorio - ma fortemente consigliato - e può essere effettuato dopo aver svolto almeno il 50% dei moduli, per una durata minima di 25 ore fino a un massimo di 250 ore.

Esperienze pregresse (o in corso) di lavoro, volontariato o Servizio Civile potranno essere eventualmente accreditate come attività di tirocinio.

La sede di svolgimento dovrà essere individuata autonomamente dallo Studente e il Progetto di Tirocinio dovrà essere approvato dal CTS dell'Inpef, per la successiva stipula della relativa convenzione tra l’Inpef e la struttura ospitante. A conclusione del percorso professionalizzante, lo studente redigerà una Relazione che potrà anche essere oggetto della Tesi da discutere al termine del Master.

 

Attestati ed Esami

Le prove finali si svolgono tramite piattaforma digitale Gotomeeting o Skype.

Al termine del percorso gli Studenti riceveranno un Attestato Pergamena e un Certificato di Competenze validi per tutti gli usi consentiti dalla legge, per esigenze concorsuali, curriculari, di qualificazione o aggiornamento professionale.

 

Sede INPEF

Viale Trastevere, 209 - Roma 

 

Iscrizioni 

Le iscrizioni dovranno pervenire via mail all’indirizzo pedagogiafamiliare@gmail.com corredate di CV e saranno accettate secondo l'ordine di arrivo, fino a raggiungimento del numero previsto.

 

Informazioni

Per informazioni ed iscrizioni contattare: pedagogiafamiliare@gmail.com

Oppure: 06.58334809 - 329.9833862 - 329.9833356

 

Costi e Agevolazioni

Il pagamento potrà avvenire secondo le seguenti modalità:

  • 12 rate mensili da 200,00 euro (+ IVA al 22%)

Oppure

  • 4 rate mensili da 580,00 euro (+ IVA 22%)

Oppure

  • un’unica rata da 2.200,00 euro + IVA 22%

Tramite bonifico bancario intestato a: 

ISTITUTO NAZIONALE DI PEDAGOGIA FAMILIARE

IT62X0200805319000101389209

Conservare la ricevuta ed inviarla via mail all’indirizzo:

pedagogiafamiliare@gmail.com

 

COMPILA IL FORM PER CHIEDERE INFORMAZIONI

 

* dati obbligatori

Cognome*: Nome*:
Email*: Telefono*:
Città: Corso per cui si desiderano maggiori informazioni*:
Messaggio:


Ho letto l'informativa privacy e autorizzo il trattamento dei dati personali
   SI   NO


Scarica il modulo di iscrizione

Domanda di iscrizione:

(il seguente modello può essere copiato ed incollato su un documento Word da inoltrare, una volta compilato, via email a pedagogiafamiliare@gmail.com)

 

Al Comitato Tecnico dell’Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare

Nome e Cognome _________________________________________________

Nato/a a ____________________________________ il __________________

Codice fiscale ____________________________________________________

Professione _____________________________________________________

Residente a _____________________________________ Provincia ________

Via __________________________________ n. ________ c.a.p. __________

Telefono ______________________Cellulare __________________________

E-mail _________________________________________________________

Pec _________________________________________________________________

Codice Destinatario (per possessori Partita IVA)________________________________

Partita IVA_____________________________________________________________

 

 

Chiede l’iscrizione al

MASTER ONLINE

 

SCUOLA NAZIONALE PERITALE

Consulenza Tecnica d’Ufficio e di Parte (CTU – CTP)

 

Intende utilizzare la seguente modalità di pagamento:

  • 12 rate da 200,00 euro (+ IVA al 22%) ____

Oppure

  • 4 rate da 580,00 euro (+ IVA 22%) ____

Oppure

  • un’unica rata da 2.200,00 euro + IVA 22% ______

 

Roma ____/____/________

Il trattamento dei dati è effettuato ai sensi dell’art. 6 lettera e) del Regolamento UE 2016/679 nell’ambito della normale attività dell’Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare e secondo le finalità istituzionali di seguito indicate (per il caso di trattamento dei dati per finalità diverse da quella per cui essi sono stati raccolti, il Titolare fornirà previamente all’interessato ogni ulteriore informativa necessaria): 1. erogazione di servizi richiesti dall’interessato nell’ambito delle attività relative alla gestione delle iscrizioni e delle carriere, della frequenza dei corsi di studi e dell’attività didattica in generale: ad esempio, iscrizione ai corsi, calcolo degli importi delle tasse dovute, iscrizione agli esami, alle attività di interesse, conseguimento del titolo di studio, conservazione dei dati per finalità di costituzione di un archivio istituzionale storico, nonché recepimento e gestione di obblighi previsti da leggi, regolamenti e normativa nazionale e comunitaria, nonché da disposizioni impartite da autorità a ciò legittimate dalla legge e da organi di vigilanza e controllo (es. aspetti di sicurezza, ecc.). 2. Svolgimento di attività statistiche finalizzate allo svolgimento dell’attività istituzionale (ad esempio comunicazione dei dati al MIUR e/o altri enti per finalità di carattere statistico) e/o miglioramento dei servizi offerti e/o alla rilevazione del grado di soddisfazione degli studenti circa l’attività svolta dall’Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare. 3. Comunicazioni istituzionali, iniziative e tutte le finalità di interesse legittimo correlate, destinate a perseguire le finalità esplicitate nello Statuto, effettuate tramite materiale testuale/foto/audio/video su mezzi di comunicazione elettronici (ad es. via internet) o tradizionali inerenti le attività/iniziative gestite dall’Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare che possono contenere dati ed immagini/video/audio raffiguranti esplicitamente l’interessato raccolti anche mediante interviste, eventi, ecc..

L’interessato potrà far valere i propri diritti, come espressi dall’art. 7 del D.Lgs. 196/2003 e dagli artt. 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22 del Regolamento UE 2016/679, rivolgendosi al Titolare del trattamento mediante i seguenti recapiti: Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare. Viale Trastevere, 209 - 00153 Roma – email: pedagogiafamiliare@gmail.com.

.

Firma_________________________________

 

Allega CV___________________________________

 

 

Il richiedente dichiara di accettare le regole di iscrizione e le condizioni generali di seguito riportate.

Regole di Iscrizione

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO

  1. PARTI DEL CONTRATTO. Parti del contratto sono: da un lato, l’I.N.PE.F. – Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare s.a.s., istituto privato che opera nel campo della formazione e della ricerca e che organizza corsi di formazione, giornate di studio e master; dall’altro lato, il corsista. Quest’ultimo accetta, all’atto dell’iscrizione, le presenti condizioni di contratto.
  2. OGGETTO DEL CONTRATTO E MODALITA’ DI SVOLGIMENTO DEI CORSI. L’I.N.PE.F. avrà cura di organizzare i corsi, le giornate di studio e i master nei luoghi e negli orari previsti, con i necessari supporti didattici e tecnici, insieme al personale docente qualificato. In caso di impossibilità, per i docenti designati, di essere presenti per malattie od altri impedimenti, l’I.N.PE.F. potrà sostituire gli stessi docenti con altri di pari prestigio o cambiare la data ed il luogo della lezione, previa comunicazione via e-mail a tutti i corsisti interessati.
  3. COMUNICAZIONI. Tutte le comunicazioni tra l’I.N.PE.F. e il corsista avverranno tramite l’utilizzazione di un indirizzo e-mail che il corsista fornirà al momento dell’iscrizione. Un numero di telefono, che il corsista fornisca al momento dell’iscrizione, sarà utilizzato per le sole comunicazioni urgenti.
  4. ASSENZE CONSENTITE ED ESAME FINALE. Per accedere all’esame finale e per il rilascio dell’attestato e/o certificato di competenze, il corsista non dovrà aver superato il 20% (venti per cento) delle ore di assenza rispetto al monte-ore complessivo del corso. Laddove previsto saranno attivate lezioni in formula mista o a distanza. L’esame finale consisterà in prove scritte a risposta multipla o nella presentazione e discussione di un elaborato scritto o in simulazioni o esercitazioni che i docenti, di volta in volta, stabiliranno e di cui daranno informazione ai corsisti.
  5. MANCATA FREQUENZA. Nel caso in cui il corsista, compiuta l’iscrizione, per qualunque ragione non frequenti il corso, gli importi per iscrizione e partecipazione saranno comunque dovuti e le somme versate non potranno essere richieste in restituzione. L’Istituto, in casi eccezionali valutati a proprio insindacabile giudizio, potrà porre le somme già versate a credito del corsista per l’iscrizione ad altri corsi che si tengano nello stesso anno accademico o entro i due anni accademici immediatamente successivi, salva la pretesa di differenze dovute all’Istituto in relazione all’iscrizione al nuovo corso ed eventuale contributo per spese ed attività di segreteria.
  6. RIMBORSI. Nel caso in cui il corso non venga tenuto, l’I.N.PE.F. rimborserà al corsista gli importi versati per l’iscrizione e la partecipazione.
  1. INFORMAZIONI SUI PERCORSI FORMATIVI. Le informazioni sui corsi, sugli eventi formativi e sui master organizzati dall’Istituto sono fornite mediante pubblicazione telematica accessibile e consultabile da chiunque anche prima della formulazione della domanda di iscrizione. Inoltre, all’atto dell’iscrizione o, su richiesta, prima della presentazione della domanda di iscrizione, l’interessato riceve documentazione relativa ai programma ed agli obiettivi di percorsi ed eventi formativi.
  2. DIRITTO DI RECESSO E RELATIVA INFORMATIVA. Il diritto di recesso è disciplinato come per legge ed è esercitato dal corsista entro quattordici giorni dalla presentazione della domanda di iscrizione mediante dichiarazione espressa; le informazioni relative al diritto di recesso sono contenute nel sito telematico dell’Istituto

 

LUOGO E DATA__________________________  IL CORSISTA________________________________ 

 

Consenso al trattamento dei dati personali. Ai sensi delle disposizioni di cui al decreto legislativo n. 196 del 2003 e del GDPR (Regolamento UE 2016/679), consento al trattamento dei dati personali dianzi riportati, per finalità funzionali allo svolgimento dell’attività dell’Istituto, quali l’invio di materiale di promozione o di aggiornamento relativamente a percorsi ed eventi formativi organizzati dall’Istituto medesimo

 

LUOGO E DATA__________________________  IL CORSISTA________________________________

 

Informativa Obbligatoria per il Recesso

 

 

 

 

 

 

 

 

Informativa Cookie

 

Informativa Privacy

 



 

 

 

 

 

 

 

 


ISTITUTO NAZIONALE DI PEDAGOGIA FAMILIARE
Viale Trastevere, 209 - Roma 00153
Tel. 06 58334809 - 06 5803948 - 06 5811057
P.IVA 11297531003
® Vincenza Palmieri 2010. Tutti i diritti riservati.