ISTITUTO NAZIONALE DI PEDAGOGIA FAMILIARE

Presidente Prof.ssa Vincenza Palmieri

Pedagogia Familiare ®

Didattica Efficace ®

 

logo inpef 

I.N.PE.F

ISTITUTO NAZIONALE di PEDAGOGIA FAMILIARE

(Reg. Ag. Entrate Roma P.I. 11297531003 - Cod. Att. 855920 Formazione ed Aggiornamento Professionale)

 

Ente Accreditato presso il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
MIUR
con Decr. Prot. n. AOODPIT.852 del 30/07/2015
Ente adeguato Direttiva n° 170/2016 del 23/11/2016 - Ente aderente all'iniziativa "Carta del Docente"

Ente autorizzato alla formazione degli Assistenti Sociali dal Consiglio Nazionale dell'Ordine degli Assistenti Sociali
CNOAS
(Delibera del 10 ottobre 2015
/parere favorevole del Ministero della Giustizia,
ai sensi dell’art.7, comma 2, del D.P.R. 7 agosto 2012, n.137
) 

 

 

 

kiwa-accredia-blu

 

Ente con Sistema di Gestione Certificato da KIWA CERMET secondo la norma UNI EN ISO 9001:2008
Progettazione ed erogazione attività formative

 

ANNO FORMATIVO  2017-2018

 

MASTER PER OPERATORI

DI STRUTTURE RESIDENZIALI D’ACCOGLIENZA A CARATTERE COMUNITARIO

 

(comunità di tipo familiare e gruppi di convivenza, strutture a ciclo diurno, case-famiglia, case di riposo per anziani, comunità per minori, centri antiviolenza, hospices, centri di accoglienza per stranieri )

 

 

Riconosciuto dall’ Associazione Nazionale dei Pedagogisti Familiari

 

(Reg. Ag. Entrate Roma C.F. 97613470588 -

iscritta CoLAP "Coordinamento Libere Associazioni Professionali")

   

Scarica il modulo di iscrizione

 

Guarda i video:

Leggi le testimonianze e le interviste:

TGCOM24 - "Minori da salvare" - Intervista della Prof.ssa Vincenza Palmieri e On. Angelilli

La Dott.ssa Adele Cagnetta interviene alla 1^Giornata Internazionale "Mai più un Bambino…"

Articolo del Sole 24 ore sulle Case Famiglia

Testimonianze

Premessa

L’Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare ha più volte sottolineato - attraverso eventi formativi, convegni e conferenze stampa - la necessità della formazione adeguata di coloro che, esercitando ruoli professionali diversificati, si prendono cura dei bambini, dei giovani e dei nuclei familiari in difficoltà.

Avviando il Programma Nazionale “MAI PIU’ UN BAMBINO” (da cui l’omonima pubblicazione) è riuscito ad imprimere una sterzata importante alle Politiche per l’Infanzia, dando visibilità alle esigenze affettive ed educative di un “esercito di nessuno” costituito da bambini e adolescenti che permangono, oltre i termini previsti dalla legge, nelle comunità per minori e nelle case famiglia.

La cronaca, inoltre, evidenzia di continuo storie di mala assistenza nei confronti di cittadini in difficoltà (anziani, persone con disabilità, minori stranieri non accompagnati, donne vittime di violenza domestica, etc.) dimostrando che anche coloro che si prendono cura delle fasce più fragili della popolazione hanno bisogno di aiuto.

E l'aiuto possibile è soprattutto quello che arriva dalla formazione aggiornata e dall’attitudine ad integrare saperi per costruire reti sociali supportate e monitorate dalle Istituzioni locali e nazionali.

L’INPEF attraverso il master per operatori di strutture residenziali d’accoglienza a carattere comunitario intende proporre prassi professionali integrate e orientate all’efficacia educativa secondo riconosciuti standard di qualità, al fine di stimolare gli operatori sociali ad abbandonare la logica degli interventi d’emergenza per dotarsi di metodologie, strumenti e tecniche utili a progettare e a monitorare i nuovi percorsi di vita delle persone di cui si occupano.

È fondamentale, infatti, che ciascun “professionista d’aiuto” impari a gestire secondo la logica del lavoro di rete i processi di accoglienza e di protezione delle fasce vulnerabili  della popolazione per, poi, collocare il proprio specifico e aggiornato expertise all’interno dei medesimi processi..

Nel corso del master annuale ai corsisti verranno offerti spunti di riflessione critica, saranno delineate strategie di documentazione delle attività educative svolte all’interno delle differenti tipologie di strutture di assistenza e accoglienza, al fine di migliorare le competenze professionali di quanti operano o vorranno operare nel settore dell’assistenza rivolta alle fasce più vulnerabili della popolazione.

 

 

Obiettivi

  • Implementare e aggiornare i profili professionali di quanti operano - a vario titolo – nei campi dell’accoglienza, dell’assistenza e del volontariato in comunità di tipo familiare e gruppi di convivenza, strutture a ciclo diurno, strutture per la prima infanzia case-famiglia, case di riposo per anziani, comunità per minori, centri antiviolenza, hospices, centri di accoglienza per stranieri
  • Fornire informazioni per interagire con gli interlocutori istituzionali nazionali e locali, al fine di sperimentare modelli organizzativi a misura dei diversi target di destinatari (bambini in affidamento, adolescenti, anziani, persone con disabilità, donne vittime di violenza, minori stranieri non accompagnati, pazienti oncologici e loro familiari,etc.)
  • Fornire indicazioni normative e conoscenze psico-pedagogiche per l’attivazione e la gestione etica di strutture residenziali comunitarie
  • Orientare alla definizione di modelli efficaci di progettazione sociale in rete
  • Offrire strategie per l’allestimento di spazi neutri finalizzati al mantenimento o alla ripresa delle relazioni affettive tra i minori collocati in case famiglia e i loro genitori
  • Delineare l’articolazione degli interventi di mediazione penale minorile
  • Definire le più adeguate modalità di accoglienza e di sostegno a favore dei minori stranieri non accompagnati
  • Offrire strumenti di analisi e di riflessione per rilevare gli elementi di criticità nella gestione inadeguata delle strutture residenziali comunitarie di assistenza 

 

Metodologia e Strumenti

  • Lezioni in aula, attività laboratoriali, visite d’istruzione
  • Attività di simulazione di interazioni comunicative, lavori in piccoli gruppi.

 

I temi del Master

  • Le norme nazionali e regionali di riferimento per l’apertura e la gestione di strutture comunitarie d’accoglienza: criteri e indicatori (norme igieniche e standard di sicurezza, formazione e qualificazione degli operatori)
  • Il ruolo di monitoraggio degli enti locali per il controllo del sistema di accoglienza alternativo alla famiglia
  • Il lavoro sociale di rete: le sinergie utili
  • Le diverse tipologie di comunità d’accoglienza
  • Le comunità per le adolescenti – madri
  • Le Case Famiglia per adolescenti con disabilità
  • Le comunità di accoglienza ad Alto Contenimento
  • Le case di riposo per gli anziani
  • Modelli organizzativi e metodologie d’intervento a confronto
  • Il  PEI
  • La tutela del diritto all’assistenza nelle strutture residenziali attraverso l’utilizzo dei sistemi di controllo elettronico
  • Gli hospices e le cure del fine vita: l’organizzazione interna delle strutture di accoglienza per i malati oncologici
  • La progettazione di interventi di sostegno per i familiari dei pazienti terminali
  • Le residenze protette per l’accoglienza delle donne e dei minori vittime di violenza
  • L’ascolto del minore sessualmente abusato: i colloqui protetti. Pedofilia e pedopornografia
  • Progettazione sociale e Pedagogia interculturale
  • Condurre counseling di gruppo e in Comunità
  • L’ accoglienza per i minori stranieri e italiani per proporre una NUOVA CULTURA di fare famiglia.
  • L’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati in transito
  • La Pedagogia Familiare: definizione e ambiti d’intervento
  • L’approccio familiare multidisciplinare coordinato
  • Mantenere e riallacciare i rapporti con la famiglia d’origine
  • Spazi neutri per incontri protetti tra minori ospitati in casa famiglia e madri e padri sospesi dalle responsabilità genitoriale
  • Le interferenze tra tutela ed ablazione della funzione parentale
  • L’opposizione all’adottabilità
  • Il ruolo del curatore speciale dei minori
  • Storie di famiglie. L’adozione e l’affidamento raccontati dai protagonisti
  • Psicologia dell’età evolutiva
  • Psicologia dell’adolescenza
  • Psicologia della devianza
  • Pedagogia della devianza e della marginalità
  • Il Sistema della Giustizia Minorile
  • Il ruolo e la formazione degli operatori giuridici e psicosociali nelle strutture di accoglienza per minori autori di reato
  • Stato di detenzione e tutela dei diritti umani. L’organizzazione della vita quotidiana in carcere
  • Professioni d’aiuto e  burn out
  • Il bilancio delle competenze professionali

 

Tirocinio

L’attività di tirocinio non è obbligatoria perché le lezioni e le visite d’istruzione offrono opportunità di esperienze sul campo.  

Il Tirocinio, pertanto, potrà essere svolto a discrezione dello studente sulla base del proprio percorso di studi e di specifici interessi culturali e /o professionali (dopo aver frequentato almeno il 50% delle lezioni)e la sede del suo svolgimento sarà individuata autonomamente dallo studente medesimo.

Potranno essere valutate ed eventualmente accreditate come attività di tirocinio esperienze pregresse - o in corso - di volontariato, di servizio civile, di lavoro purché attinenti al percorso formativo del master.

Il Progetto di Tirocinio dovrà essere approvato dal CTS dell'Inpef. Alla sua conclusione lo studente redigerà una Relazione che potrà anche essere oggetto della Tesi finale da discutere al termine del percorso di studio.

 

Autoformazione e Seminari

Lavoro individuale o in team nell’area geografica di residenza, filmografia, bibliografia, studio di materiali curati dai docenti, esercitazioni.

 

Durata del master annuale  

Ore complessive 1500. Le ore sono comprensive di: lezioni in aula, laboratori, autoformazione, formazione a distanza, partecipazione a seminario o altri eventi, eventuale tirocinio, progetto di tirocinio e relativa relazione finale, compilazione di questionari, verifiche intermedie, ricerche ed approfondimenti, studio dispense a cura dei Docenti, preparazione della prova pratica e dell’elaborato finale del Master.

Il Calendario delle lezioni viene consegnato agli Studenti non appena iscritti. Eventuali cambiamenti, che si dovessero rendere necessari, saranno tempestivamente comunicati

FREQUENZA IN PRESENZA : la frequenza è prevista al sabato o per uno/due week end al mese.

FREQUENZA CON FORMULA MISTAalcune lezioni potranno essere effettuate a distanza, con attività di autoformazione; un docente seguirà l’autoformazione, le esercitazioni, il tirocinio e le attività secondo tempi concordati con lo studente; altre lezioni, laboratori o materie caratterizzanti saranno, invece, svolte in Sede.

E’ sempre possibile iscriversi al Master. Le lezioni eventualmente perse potranno essere recuperate in giornate o edizioni successive.

 

Docenti 

Prof.ssa Stefania Petrera, Pedagogista, Giudice Onorario c/o la corte d’Appello di Roma – sezione per i minorenni

Avv. Eleonora Grimaldi, Avvocato del Foro di Roma, Mediatrice familiare

Dott.ssa Amelia Izzo, Educatrice, Responsabile di Case Famiglia

Avv. Francesco Miraglia, Avvocato del Foro di Modena, Criminologo

Dott.ssa Adele Cagnetta, Educatrice c/o Casa Famiglia “Capitano Ultimo”

Dott.ssa Anna Maria Miniero, Psicoterapeuta

Dott. Antonio Turco,Direttore di area pedagogica e responsabile delle attività culturali presso la Casa di reclusione di Rebibbia

Rappresentanti di ONLUS e ONG

 

Segreteria organizzativa

Per informazioni ed iscrizioni contattare: pedagogiafamiliare@gmail.com

Oppure: 06.55302868 - tel/fax 06.5803948 - 329.9833356 – 329.9833862

 

Sede

Il master si svolgerà presso la sede dell’Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare Via dei Papareschi, 11 - Angolo Piazza della Radio (Palazzo Gruppo Clark), Roma, con la possibilità di variare la sede a seconda del numero dei partecipanti

 

Prova di verifica intermedia ed Esame finale

Ai fini del conseguimento dell’attestazione finale gli studenti dovranno sostenere una prova di verifica intermedia, consistente in un questionario, e discutere una tesina attinente ad uno dei temi affrontati nel Master.

 

Attestati

Al termine del Percorso gli Studenti riceveranno un Attestato di Frequenza ed un Certificato di Competenze.

 

Costo

2.000 00 euro + IVA al 22%

Sono previste 10 Borse di Studio del valore di 500 euro da assegnare secondo l’ordine di arrivo delle domande di ammissione corredate di CV.

Pertanto, il costo con Borsa di Studio è di:

1.500 euro + IVA al 22% per chi paga in un’unica soluzione

 

Modalità di Pagamento, con BORSA DI STUDIO:

  • 3 rate da 510,00 euro + IVA al 22%
  • 5 rate da 320,00 euro + IVA al 22%
  • Unica soluzione da 1.500,00 euro + IVA al 22% al momento dell’iscrizione

Il pagamento potrà essere effettuato tramite bonifico bancario intestato a:

ISTITUTO NAZIONALE DI PEDAGOGIA FAMILIARE

IT 97 E 02008 05248 000101389209

Conservare la ricevuta ed inviarla via mail all’indirizzo:

pedagogiafamiliare@gmail.com

o tramite fax al numero : 06.5803948

Ulteriori informazioni potranno essere richieste ai seguenti numeri:

06.55302868 – 329.9833862 – 329.9833356

 

Iscrizione

Le Iscrizioni dovranno pervenire via mail a pedagogiafamiliare@gmail.com  corredate di CV e saranno accettate secondo l’ordine di arrivo fino a raggiungimento del numero previsto.

 

Scarica il modulo di iscrizione

Fac-simile di domanda di iscrizione:

 

Al Comitato  Tecnico dell’Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare

 

Nome e Cognome _________________________________________________

Nato/a a ____________________________________ il __________________

Codice fiscale ____________________________________________________

Professione _____________________________________________________

Residente a _____________________________________ Provincia ________

Via __________________________________ n. ________ c.a.p. __________

Telefono ______________________Cellulare __________________________

E-mail _________________________________________________________

 

Chiede l’iscrizione al

 

MASTER PER OPERATORI DI STRUTTURE RESIDENZIALI
D’ACCOGLIENZA A CARATTERE COMUNITARIO

 

Modalità di Pagamento, con Borsa di Studio:

  • 3 rate da 510,00 euro + IVA al 22%
  • 5 rate da 320, 00 euro + IVA al 22%
  • Unica soluzione da 1.500,00 euro + IVA al 22%

Roma ____/____/________

Informativa: ai sensi dell’art. 13 del D. Lsg 196/03, i dati sopra forniti sono trattati unicamente per le finalità inerenti lo scopo della presente iniziativa e per informare di successive altre simili iniziative. Inoltre ai sensi dell’art. 7 del citato D. Lsg 196/03, il titolare dei dati può chiedere la cancellazione dei medesimi in qualunque momento. Il rifiuto di fornire i dati richiesti o la richiesta di cancellazione degli stessi, impedisce di fatto l’instaurarsi e/o la continuità del rapporto stesso.

 

Firma _______________________________________

 

 

Il richiedente dichiara di accettare le regole di iscrizione e le condizioni generali di seguito riportate.

 

Regole di Iscrizione

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO:

  1. PARTI DEL CONTRATTO. Parti del contratto sono: da un lato, l’I.N.PE.F. – Istituto Nazionale di pedagogia Familiare s.a.s., istituto privato che opera nel campo della formazione e della ricerca e che organizza corsi di formazione, giornate di studio e master; dall’altro lato, il corsista. Quest’ultimo accetta, all’atto dell’iscrizione, le presenti condizioni di contratto.
  2. OGGETTO DEL CONTRATTO E MODALITA’ DI SVOLGIMENTO DEI CORSI. L’I.N.PE.F. avrà cura di organizzare i corsi, le giornate di studio e i master nei luoghi e negli orari previsti, con i necessari supporti didattici e tecnici, insieme al personale docente qualificato. In caso di impossibilità, per i docenti designati, di essere presenti per malattie od altri impedimenti, l’I.N.PE.F. potrà sostituire gli stessi docenti con altri di pari prestigio o cambiare la data ed il luogo della lezione, previa comunicazione via e-mail a tutti i corsisti interessati.
  1. COMUNICAZIONI. Tutte le comunicazioni tra l’I.N.PE.F. e il corsista avverranno tramite l’utilizzazione di un indirizzo e-mail che il corsista fornirà al momento dell’iscrizione. Un numero di telefono, che il corsista fornisca al momento dell’iscrizione, sarà utilizzato per le sole comunicazioni urgenti. 
  1. ASSENZE CONSENTITE ED ESAME FINALE. Per accedere all’esame finale e per il rilascio dell’attestato e/o certificato di competenze, il corsista non dovrà aver superato il 20% (venti per cento) delle ore di assenza rispetto al monte-ore complessivo del corso. Laddove previsto saranno attivate lezioni in formula mista o a distanza. L’esame finale consisterà in prove scritte a risposta multipla o nella presentazione e discussione di un elaborato scritto  o in simulazioni o esercitazioni che i docenti, di volta in volta, stabiliranno e di cui daranno informazione ai corsisti.
  1. MANCATA FREQUENZA. Nel caso in cui il corsista, compiuta l’iscrizione, per qualunque ragione non frequenti il corso, gli importi per iscrizione e partecipazione saranno comunque dovuti e le somme versate non potranno essere richieste in restituzione. L’Istituto, in casi eccezionali valutati a proprio insindacabile giudizio, potrà porre le somme già versate a credito del corsista per l’iscrizione ad altri corsi che si tengano entro i due anni accademici immediatamente successivi.
  1. RIMBORSI. Nel caso in cui il corso non venga tenuto, l’I.N.PE.F. rimborserà al corsista gli importi versati per l’iscrizione e la partecipazione.
  1. INFORMAZIONI SUI PERCORSI FORMATIVI. Le informazioni sui corsi, sugli eventi formativi e sui master organizzati dall’Istituto sono fornite mediante pubblicazione telematica accessibile e consultabile da chiunque anche prima della formulazione della domanda di iscrizione. Inoltre, all’atto dell’iscrizione o, su richiesta, prima della presentazione della domanda di iscrizione, l’interessato riceve documentazione relativa ai programma ed agli obiettivi di percorsi ed eventi formativi.
  2. DIRITTO DI RECESSO E RELATIVA INFORMATIVA. Il diritto di recesso è disciplinato come per legge ed è esercitato dal corsista entro quattordici giorni dalla presentazione della domanda di iscrizione mediante dichiarazione espressa; le informazioni relative al diritto di recesso sono contenute nel sito telematico dell’Istituto 

 

LUOGO E DATA__________________________  IL CORSISTA________________________________ 

Consenso al trattamento dei dati personali. Ai sensi delle disposizioni di cui al decreto legislativo n. 196 del 2003, consento al trattamento dei dati personali dianzi riportati, per finalità funzionali allo svolgimento dell’attività dell’Istituto, quali l’invio di materiale di promozione o di aggiornamento relativamente a percorsi ed eventi formativi organizzati dall’Istituto medesimo

LUOGO E DATA__________________________  IL CORSISTA________________________________

 

Informativa Obbligatoria per il Recesso

 

 


* dati obbligatori

Cognome*: Nome*:
Email*: Telefono*:
Città: Corso*:
Messaggio:
 




La Formazione

 

 

 

Informativa Cookie

 



 

 

 

 

 

 

 

 


ISTITUTO NAZIONALE DI PEDAGOGIA FAMILIARE
Viale dei Papareschi, 11 (Angolo Piazzale della Radio) - Roma 00146
Tel. 06. 55302868 - Tel/Fax. 06 5803948
® Vincenza Palmieri 2010. Tutti i diritti riservati.